In Un Certo Senso, L’odio Appassionato Di Grasso È Positivo

La parola più temuta nel vocabolario di molti dieter è “grassa”. Non è raro sentire una dieta discutere del loro evitare di mangiare grasso come se fosse qualcosa di assolutamente non salutare, o addirittura pericoloso per la vita, come un allergene o una malattia contagiosa.

In un certo senso, questo odio appassionato di grasso è positivo. Riflette una verità medica generalmente intesa che indulgere in alimenti ricchi di grassi spesso causa un aumento di peso indesiderato e malsano.

Tuttavia, in un altro modo, questa fat-fobia è potenzialmente pericolosa, perché la consapevolezza del grasso non è sufficiente; una comprensione di come il grasso influenza l’aumento di peso e la salute generale è richiesta. Purtroppo, quelli che temono ed evitano tutti i grassi “di norma” stanno trascurando una importante differenza tra grassi saturi e grassi insaturi.

grasso

Il grasso saturo è spesso il vero colpevole quando si tratta di un aumento di peso indesiderato e potenzialmente malsano. Questi tipi di grassi, che sono solidi a temperatura ambiente, iniziano la produzione di colesterolo LDL, o “colesterolo cattivo”.

Oltre all’aumento di peso, con l’aumento del colesterolo, aumenta anche il rischio di malattie cardiache. Infatti, i grassi saturi aumentano il colesterolo LDL in modo sproporzionato rispetto al colesterolo stesso; questo è il modo in cui è potente per il corpo umano. Temere ed evitare questo tipo di grasso è quindi abbastanza intelligente.

Alcune persone a dieta, tuttavia, sono motivate meno dalle preoccupazioni per il colesterolo alto e le malattie cardiache che per l’aumento di peso cosmetico. Questa non è una critica; gli effetti avversi sulla salute derivanti dall’eccesso di peso sono ben documentati, così come i traumi emotivi e gli stigmi sociali che colpiscono tragicamente decine di milioni di persone in sovrappeso, specialmente i bambini.

Indiscutibilmente, un’assunzione eccessiva di grassi saturi è legata all’aumento di peso.

Questo perché un grammo di grasso contiene più del doppio della quantità di calorie di un grammo di proteine ​​- 9 calorie contro 4 calorie. Di conseguenza, le persone a dieta possono mangiare più del doppio di proteine ​​grammi come grammi di grassi per ottenere la stessa quantità di apporto calorico. Per persone a dieta che osservano costantemente ogni caloria, questa differenza calorica del 125% tra proteine ​​e grassi può avere un impatto enorme.

Le celle di grasso, una volta create, non possono essere rimosse; possono essere resi più piccoli solo attraverso il metabolismo metabolico del corpo. Dal momento che il tasso di metabolismo di un individuo è determinato in gran parte dalla genetica, un dieter con un metabolismo più lento della media trascorrerà mesi, forse anche anni più a lottare per ridurre le cellule adipose, quindi la sua controparte dotata di metabolismo.

È abbastanza facile capire, basandosi sulla discussione di cui sopra, perché l’idea stessa di grasso sia temuta dalla dieta; sia per i rischi per la salute che pone, sia per la sua capacità di creare cellule adipose in eccesso. Ed è altrettanto facile capire perché molte persone hanno tanta paura di consumare questo tipo di grasso che si sforzano di rimuovere tutto il grasso dalla loro dieta. Questo, tuttavia, è un grande controllo nutrizionale.

Il grasso è un macronutriente che il corpo richiede per una serie di importanti funzioni.

Il grasso è una fonte di energia. Aiuta a mantenere il corpo caldo, aiuta l’assorbimento di alcune vitamine e aiuta a regolare il corretto funzionamento del cervello e del sistema nervoso [vi]. Questo sembra, tuttavia, essere una contraddizione.

Da un lato ci sono i rischi di salute e di aumento di peso associati al grasso, e dall’altro, ci sono benefici per la salute comprovati associati al grasso. Come può essere? La risposta è facilmente comprensibile quando distinguiamo tra i due tipi di grasso: saturi e insaturi. Il tipo di grasso associato ai rischi per la salute è il primo; il tipo di cui il corpo ha bisogno e utilizza efficacemente è il secondo.

Esistono due sottotipi di grassi insaturi: grassi polinsaturi e grassi monosaturi. I cibi popolari che contengono grassi polinsaturi includono olio di cartamo e olio di mais, mentre i grassi monosaturi si trovano in alimenti come l’olio d’oliva e l’olio di arachidi. Questi grassi insaturi sono quelli che forniscono al corpo le fonti di grasso più utili ed efficienti che portano ai benefici per la salute sopra indicati.

Tuttavia, sebbene vi sia un chiaro vantaggio nel consumo di grassi insaturi invece di grassi saturi, entrambi i tipi continuano a offrire ai consumatori le 9 calorie standard per grammo. In quanto tale, nessun mangiatore dovrebbe consumare una quantità eccessiva di grasso.

Dotato della consapevolezza e della consapevolezza che evitare il grasso saturo è pericoloso per la salute e che esiste qualcosa come il grasso “buono” (insaturo), ci si aspetterebbe che la maggior parte dei supplementi nutrizionali sul mercato abbia creato alimenti che riflettono questa comprensione. Questo, purtroppo, non è il caso.

La maggior parte dei supplementi nutrizionali contiene un contenuto di grassi; molti contengono persino grassi saturi per qualche ragione inspiegabile [2]. Tragicamente – e non c’è altra parola – molte persone a dieta sono ingannate mangiando cibi intelligenti dal punto di vista personale che possono essere “a basso contenuto calorico”, e possono anche avere alcune vitamine e sostanze nutritive, ma loro stanno aggiungendo alla capacità limitata dell’individuo di ingerire grammi di grasso. Molte persone che cercano di perdere peso mangiando integratori alimentari spesso aumentano di peso. Credono erroneamente che sia il risultato di un metabolismo lento, quando il colpevole è la quantità di grammi di grassi ingeriti.

Fortunatamente, oggi sul mercato ci sono diversi integratori alimentari senza grassi. Ci sono molti importanti vantaggi di questa strategia che avvantaggiano le dieters di tutte le dimensioni.

L’ovvio beneficio è che una dieta non deve contare le calorie grasse quando si mangia questi supplementi nutrizionali; sono al 100% senza grassi e non aggiungono al loro limite giornaliero di assunzione di grassi.

Meno ovviamente, tuttavia, è che un integratore alimentare senza grassi che contiene proteine ​​può stimolare il sistema digestivo e ridurre al minimo l’accumulo di grasso. Questo perché il contenuto proteico può aiutare a regolare la capacità del corpo di assorbire efficacemente le calorie che deriva da carboidrati e grassi. Ad esempio, un dietista che mangia un cupcake zuccherato e pieno di grassi può mitigare lo stoccaggio del grasso e aumentare l’utilizzo di nutrienti mangiandolo con un integratore nutrizionale ricco di proteine.

Il mondo della nutrizione ha da tempo conosciuto il legame tra il grasso alimentare e l’aumento di peso.

Il grasso insaturo può essere un alleato di fiducia nella lotta contro la perdita di peso. Capire come si differenzia dal grasso saturo aiuta a demistificare lo stigma dei grassi insaturi – uno stigma che dovrebbe essere riservato per il suo cugino malsano, i grassi saturi.

Lascia un commento